TRAINA / BIG GAME

Le canne da traina sono una particolare categoria di canne da pesca, impiegate esclusivamente per la pesca da traina. Una canna da traina, infatti, viene utilizzata da quei pescatori che amano pescare dalla barca in movimento. La canna da pesca traina sono impiegate per la pesca dei tonni, palamite, ricciole, dentici, spigole e molte altre specie ittiche.

Caratteristiche delle canne da traina

Solitamente, una canna da traina ha una lunghezza che non supera i 2,4 - 2,5 metri. Esse si abbinano generalmente, a mulinelli a bobina rotante. Essenzialmente, le canne da traina sono composte da due parti:

  • manico: questa parte nella canna traina è particolarmente rigido e resistente, spesso dotato di un aggancio per il porta-canna, realizzato in lega leggera oppure in materiale plastico ricoperto in neoprene per fornire una presa salda;
  • cimino o fusto: è il fusto della canna, solitamente realizzato in fibra di vetro o fibra di carbonio, che si innesta nel manico, e deve avere le giuste doti di potenza e resistenza al fine di fornire una risposta precisa al pescatore.

Tra queste due parti, poi, trova posto l’alloggio per il mulinello, che si trova disposto al contrario rispetto alle altre canne. Proprio per questo motivo, la canna da pesca traina si riconosce per un’altra caratteristica. A differenza delle altre canne, infatti, quelle da traina hanno i passanti del filo disposti verso l’alto, così da favorire il passaggio del filo. Questi, solitamente realizzati in lega leggera capace di grandi doti di resistenza meccanica, possono essere di due tipi: ad anello o a carrucola.

Tipologie di canne da traina

Le canne da traina si possono suddividere in due categorie:

  • canne da traina tradizionali: in questo caso il cimino ha un lunghezza pari a circa 2,5 volte il manico, col mulinello posizionato all’incirca a metà del manico; questo genere di canne da pesca possono essere ad azione parabolica, a ripartizione oppure di punta;
  • canne da traina stand-up: sono facilmente riconoscibili poiché dotate di un cimino molto corto, col mulinello in posizione più arretrata sul manico; queste canne da pesca sono studiate per i grandi tonni e, per questo, richiedono una cintura da combattimento e un renale agganciato al mulinello; l’azione di questa canna, nella maggior parte dei casi, è a ripartizione

La scelta della canna da traina

Le canne da pesca a traina si scelgono in funzione delle preda che si intende catturare e della loro taglia. Non solo, perché la scelta di questa tipologia di canna da pesca dipende anche dal punto dove si effettua la traina. Per questo, prima di acquistare una canna per la pesca da traina è bene chiarirsi le idee. Solitamente, per libraggi leggeri si adottano canne da traina tradizionali, con azione parabolica. In caso di prede potenti, invece, ci si affida alle canne stand-up. Per la pesca da traina nel mar Mediterraneo, infine, si scelgono canne da 20/30 libbre.

Filtri attivi